Back   Home   List   Renamed   Disappeared   Rules   History   Messages   Forum   Pictures   Links   Guestbook   End

Brest Region Forum

View Thread | Post Response | Return to Index | Read Prev Msg | Read Next Msg

libro cittadinanza italiana via materna

Posted By: Francesco matozza <fmatozza@fibertel.com.ar>
Date: December 10, 2004

In Response To: ciudadania italiana via materna (francesco matozza)

E’ stato presentato a Buenos Aires il libro sul problema “iure sanguinis” materno antecedente al 1948
"Ciudadania italiana - Cittadinanza italiana"
Il volume, in italiano e spagnolo, illustra la proposta di modifica della legge presentata al Parlamento italiano dall'associazione Pro Civitas-Ciudadanía para todos los descendientes de italianos
(GRTV) E’ stato pubblicato a Buenos Aires, il libro "Ciudadania italiana - Cittadinanza italiana", un volume edito in italiano e spagnolo, che illustra la proposta di modifica della legislazione in materia presentata al Parlamento italiano dall'associazione Pro Civitas-Ciudadanía para todos los descendientes de italianos: contro l'impossibilità di trasmissione della cittadinanza per via materna, ai figli di madre italiana nati all’estero prima del 1948.
L’autore del libro è il Professore universitario, Horacio Guillén, lui stesso colpito dal problema di essere nato da madre italiana jure sanguinis, prima della predetta data. Alla stesura del libro hanno collaborato l’Avvocato Marco Pepe di Roma e il Dott. Francesco Ma tozza permettendo al libro di elaborarsi non solo come un libro di diritto ma che considera, anche, la questione dalla ottica medica.
Il libro analizza, infatti, la legislazione sulla cittadinanza italiana, le sentenze dei tribunali italiani, specialmente quelle della Cassazione, e mette l’accento sulle nuove normative italiane che hanno cambiato il principio della famiglia unita intorno alla figura del pater familias per quello della unità familiare senza discriminazione tra uomo e donna. Per questo l’interpretazione del Consiglio di Stato lede gravemente questo principio della unità familiare, permettendo che due figli nati dalla stessa madre siano considerati in situazioni diverse: se nati prima del 1º gennaio 1948 non potrà essere riconosciuto cittadino italiano; se invece è nato dopo il 1 gennaio del 1948 lo sarà a tutti gli effetti.
Horacio Guillén ha proposto al Ministro Tremaglia, e al Segretario Generale del C.G.I.E. Narducci la modifica della legge 91 del 1992, affinché le madri che avevano acquistato la possibilità di trasmettere la cittadinanza ai figli nati dopo il primo gennaio del 1948, possano estenderla anche a quelli che erano ancora minorenni a quella data.
Nonostante la Sentenza della Sezione Civile della Cassazione, nel caso Nagnaghi, del 2000, il Ministero dell’Interno continua a considerarla come un caso isolato, costringendo molti connazionali ad imprendere costosi giudizi in Italia in quanto devono presentarsi nelle sedi dell’Avvocatura dello Stato, per farsi riconoscere come cittadini.
L’Associazione Pro-Civitas ha quindi iniziato a consigliare la via amministrativa, che presenta spese giudiziali più ridotte, affinché possano essere molte di più le famiglie che potranno risolvere il problema della cittadinanza negata.

GRTV

10 dicembre 2004

Messages In This Thread

View Thread | Post Response | Return to Index | Read Prev Msg | Read Next Msg


Back   Home   List   Renamed   Disappeared   Rules   History   Messages   Forum   Pictures   Links   Guestbook   up